A caccia di storia con Tomb Raider

Difficile da credere, ma fra un salto e un’arrampicata Lara Croft è in azione nei più pericolosi siti archeologici del mondo da ben vent’anni.

L’ideazione del gioco originale Tomb Raider risale al lontano 1993. Dopo tre anni di lavoro per svilupparlo, Core Design lancia il primo gioco della serie per PlayStation, Sega Saturn e PC. Sull’onda dell’ottima accoglienza e del grande successo di questa inaugurazione, Core pubblica un sequel dopo solo un anno, Tomb Raider II.

Sull’onda di questo enorme successo, gli sviluppatori del gioco furono costantemente sotto pressione per pubblicare un nuovo gioco ogni anno fino alla sesta edizione, The Angel of Darkness, che fu però accolta con poco entusiasmo. Da quel momento in poi il marchio Tomb Raider passa a un’altra casa di sviluppo, la Crystal Dynamics, che lo è tutt’ora.

In tutto, il franchise ha venduto oltre 45 milioni di copie nel mondo e questo lo rende uno dei videogames con più successo nella storia. L’uscita più recente, Rise of the Tomb Raider di Square Enix, ha ottenuto ottime valutazioni nelle recensioni sui siti di gaming ed è perfino stato descritto come uno dei migliori finora.

Tale è stato il successo della saga che ne è stata addirittura realizzata una trasposizione cinematografica: anche chi non è appassionato di videogiochi o di questa particolare saga ricorderà Lara Croft: Tomb Raider, il film con Angelina Jolie uscito nel 2001. Dopo soli due anni è stato girato anche un sequel, Tomb Raider: La culla della vita.

Quasi in concomitanza con l’uscita del primo film, Microgaming lancia la slot machine che tutti i fan della serie stavano aspettando: Tomb Raider ha finalmente raggiunto i rulli – ed è subito un grande successo. Successo che non sembra voler tramontare nemmeno dopo tanti anni, Lara Croft ha fatto breccia nei cuori di molti giocatori. Diamo quindi un’occhiata insieme agli aspetti che rendono questa slot così amata.

Idoli e Tigri

Indiana Jones sarà stato anche il primo archeologo-avventuriero, ma Lara Croft non ha nulla da invidiargli: stesso spirito d’avventura e prontezza di riflessi!

Lo stile grafico di Tomb Raider richiama immediatamente al videogioco, sia nella rappresentazione di Lara che negli altri simboli presenti sui rulli: tesori, pericoli, animali selvatici… tutto ciò che serve per un’avventura, accompagnati dai classici simboli A, 10, J, Q e K.

Il layout di questa slot è abbastanza classico, con 5 rulli e 15 payline, ed è uno dei più popolari in assoluto della Microgaming – d’altronde, squadra che vince non si cambia.

Le opzioni standard di puntata si trovano come di consueto nella barra in basso, sotto ai rulli, e permettono al giocatore di selezionare linee e monete in base ai loro desideri, o semplicemente optare per “puntata massima” se ci si sente fortunati.

Dissotterra Bonus

Decisamente più entusiasmanti dei fossili, le funzionalità bonus di Tomb Raider sono molto apprezzate dai giocatori. Per attivare il Bonus Tomba ti serviranno tre, quattro o cinque idoli d’oro su una payline attivata – tienilo a mente quando punti – a verrai trasportato in un altro schermo dove potrai scegliere idoli che riveleranno ricchi premi.

Se invece otterrai tre simboli di Lara Croft, che è lo scatter, riceverai 10 giri gratuiti e le vincite saranno moltiplicate per tre!

Pronto a scavare nei meandri della storia e provare a vincere tesori impareggiabili? Parti all’avventura con Tomb Raider!